Quando pensate all'agricoltura, cosa si figura nella vostra mente? Stereotipicamente, si immagina una fattoria con una campagna perfetta sullo sfondo. In realtà, una realtà molto in crescita è quella dell'agricoltura urbana: questa consiste semplicemente in attività agricole, come la semina di colture e l'allevamento di animali, che si svolgono in città. L'aumento della popolarità dell'agricoltura urbana nell'ultimo decennio coincide direttamente con il crescente tasso di urbanizzazione globale e con la maggiore consapevolezza dei benefici dell'agricoltura urbana. Quindi, senza ulteriori indugi, raccogliamo e seminiamo i pro - ed eliminiamo i fastidiosi contro! - dell'agricoltura urbana. Salite a bordo per questo viaggio!

 

Che cos'è l'agricoltura urbana?

Come detto, l'agricoltura urbana ridefinisce l'archetipo della fattoria. Ma da dove nasce? E quanti tipi di agricoltura urbana esistono oggi nel mondo?

L'agricoltura urbana è nata migliaia di anni fa. Esatto, l'agricoltura urbana esiste da quando la civiltà umana ha costruito le prime città, nel 3500 a.C. Nel 2022, i rapporti affermano che entro il 2030 il 70% della popolazione mondiale vivrà in città. Questo spiega la naturale evoluzione dell'agricoltura urbana in tutto il mondo. Insieme esploreremo i numerosi modi in cui l'agricoltura urbana apporta benefici alle comunità urbane, così come le sfide che essa pone.

Ma prima di tutto, quali tipi di agricoltura urbana si possono trovare sulla soglia di casa vostra e al di là di questa? Questa popolare forma di agricoltura spazia dai muri verdi alle serre, dalla sistemazione di strade e giardini alle fattorie verticali, dal giardinaggio delle foreste urbane alle piante coltivate (e agli animali allevati) nel vostro giardino.

 

I vantaggi dell'agricoltura urbana

Noi di BKT siamo appassionati sostenitori dell'"approccio glocal" all'agricoltura. L'agricoltura urbana offre ampie opportunità all'imprenditoria locale, dando spazio alle piccole imprese in fase di avviamento. L'agricoltura è uno dei maggiori datori di lavoro al mondo e non c'è dubbio che l'incremento dell'agricoltura nelle aree urbane aumenti notevolmente i tassi di occupazione. Si può quindi affermare che uno dei vantaggi più significativi dell'agricoltura urbana è il suo valore economico.

Non solo, ma le forme di agricoltura urbana sopra citate non sono necessariamente commerciali; ci sono molti progetti comunitari che nascono non a scopo di lucro, ma anzi per fornire assistenza alle fasce più povere della comunità. L'agricoltura urbana svolge quindi un ruolo cruciale nella lotta contro la povertà, poiché consente di ottenere fonti di cibo locali più accessibili e più nutrienti, creando al contempo un ricercato senso di connessione e comunione nelle comunità urbane. Per esempio, Social Farms & Gardens è un'associazione di beneficenza con sede nel Regno Unito che "supporta le comunità nel coltivare, fare giardinaggio e crescere insieme", offrendo un'ampia gamma di opportunità alle persone di essere coinvolte, imparare, crescere e restituire. Queste iniziative agricole guidate dalla comunità vengono riproposte in paesi di tutto il mondo.

Inoltre, l'agricoltura urbana è apprezzata per i suoi numerosi benefici ambientali. A seconda delle modalità di gestione, l'agricoltura urbana può rappresentare una soluzione efficiente per la domanda di cibo locale, e l'efficienza è sinonimo di sostenibilità. Dalla riduzione della domanda di energia (compreso lo stoccaggio e il trasporto dei prodotti) alla riduzione dell'uso dell'acqua (attraverso l'irrigazione sostenibile e il riciclo dell'acqua), l'agricoltura urbana è alla base di processi innovativi e sostenibili. Le fattorie verticali, ad esempio, sono un metodo di coltivazione altamente efficiente che si traduce direttamente in un maggior volume di produzione alimentare. Questo ambiente urbano attentamente controllato consente agli agricoltori di tenere il passo con l'aumento della domanda di cibo, proteggendo al contempo le colture dalle variabili esterne, come le condizioni meteorologiche e le malattie.

Non è un segreto che le aree urbanizzate siano famose per essere particolarmente "ostili" all'ambiente; le città sono piene di inquinamento e, dato che siamo di fronte alla quarta rivoluzione industriale, è improbabile che la situazione cambi in tempi brevi. Tuttavia, l'agricoltura urbana può essere il contrappeso definitivo: dalle piante che emettono ossigeno nell'atmosfera, compensando i gas serra, alle aree urbane abbandonate che vengono trasformate in spazi innovativi e sostenibili.

 

Gli svantaggi dell'agricoltura urbana

È chiaro che i benefici sociali, economici e ambientali dell'agricoltura urbana la rendono uno sviluppo eccitante e redditizio dell'industria agricola, che continua ad evolversi! Tuttavia, questo non significa che l'agricoltura urbana sia priva di svantaggi.

Una fonte di preoccupazione significativa è rappresentata dai rischi per la salute e la sicurezza legati all'agricoltura urbana. È necessario adottare misure più severe per evitare la contaminazione degli alimenti e dell'acqua; come già detto, le aree urbane sono più esposte agli agenti inquinanti e agli agenti patogeni di origine alimentare. Tuttavia, le aziende agricole urbane di tutto il mondo stanno adottando misure significative per prevenire la diffusione di malattie, garantendo che la sicurezza dei clienti rimanga una priorità assoluta.

Ciononostante, è innegabile che tale rigore sia più impegnativo per le aziende agricole urbane dei Paesi in via di sviluppo, che hanno meno risorse a disposizione. Una critica specifica all'agricoltura urbana è che, nonostante i suoi sforzi, non è sempre così inclusiva nei confronti delle comunità più povere come si dice. Insieme, dobbiamo compiere passi cruciali verso l'uguaglianza, in modo che i prodotti urbani siano accessibili a tutti.

I Pro e i Contro dell'Agricoltura Urbana 2